Assistenza Neonatale (nido)

Unità Operativa Complessa di Riferimento:Patologia e Terapia Intensiva Neonatale
Responsabile:Dalla Barba Beatrice
Staff:

Il personale infermieristico è coordinato da Tedeschi Elisabetta

Recapiti:Telefono: 049-821.3484 Fax: 049-821.8540
Attività Assistenziali Prevalenti:

Il Servizio ha l’obiettivo di assicurare l’assistenza al neonato ed alla madre nei primi giorni di vita al fine di promuoverne ed assicurarne la salute ed il benessere.

L’attività del Servizio si può così riassumere:

Assistenza al neonato sano per garantire

  • la fisiologia dell'adattamento postnatale
  • la prevenzione e la diagnosi tempestiva di patologia organica, malformativa e socio-relazionale
  • l’allattamento al seno
  • la relazione precoce mamma-papà-bambino
  • l’esecuzione degli screenings e delle profilassi neonatali

Assistenza al neonato con patologia minore con particolare riguardo ai nati pretermine e/o di basso peso neonatale e quelli con patologia organica e/o malformativa che non necessitano di cure intensive neonatali.

Assistenza al neonato a rischio in sala parto ed assistenza al trasporto del neonato patologico presso il reparto di Patologia Neonatale.

Al Nido vengono accolti ogni anno più di 3500 neonati. L’accesso al Nido è sempre libero per entrambi i genitori; durante le ore del giorno i neonati restano nella stanza della mamma, dove vengono seguiti dal personale.

Caratteristica principale dell’’attività infermieristica del Nido è quella della personalizzazione dell’assistenza; ogni infermiera segue individualmente un certo numero di coppie mamma-bambino per garantire cura e sostegno nelle fasi dell’adattamento alla vita extrauterina, nella puericultura e nell’giene del neonato. Vengono proposte inoltre lezioni pratiche quotidiane di puericultura per le mamme al fine di favorirne l’autonomia e la competenza.

La promozione ed il sostegno dell’allattamento al seno sono garantiti fin dalla nascita, con formazione del personale specifica per la diagnosi e la cura di problemi o complicazioni eventualmente correlati.

Il Servizio funge, altresì, da raccordo con i Servizi territoriali. Durante la permanenza in ospedale le mamme hanno la possibilità di:

  • scegliere il pediatra di famiglia
  • ottenere informazioni dettagliate sui servizi di assistenza territoriale tramite incontri programmati con le assistenti sanitarie
  • ottenere il libretto pediatrico Regionale con le notizie relative alla perinatalità
Attività Formative:
  • Insegnamento Scuola di Specializzazione in Pediatria - Università di Padova
  • Insegnamento D.U. di Ostetricia
  • Insegnamento D.U. di Terapia della Neuro e Psicomotricitò dell'età evolutiva
  • Incontri di Pediatria ai "Corsi di Preparazione al Parto" della Clinica e della Divisione Ostetrica
  • Corsi di formazione (UNICEF-OMS) per operatori sanitari su: “Promozione e pratica dell’allattamento al seno” (in collaborazione con l’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste).
Attività di Ricerca:
  • Epidemiologia dell'allattamento al seno
  • Metodo Canguro  per neonati pretermine
  • Esiti nei nati di madre con diabete (CEE)
  • Studio delle competenze cognitive neonatali (in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione)
  • Progetto interaziendale (Azienda Ospedale Padova e Azienda ULSS 16 Padova) per la “dimissione protetta e concordata della madre e del neonato”.

 

Collaborazioni:
  • Pediatri neonatologi del Reparto di Patologia Neonatale
  • Pediatri delle équipes specialistiche del Dipartimento di Pediatria
Altre Informazioni:
  • Membri del GLASE (Gruppo Nazionale di Lavoro sull'Allattamento al Seno)
  • Gruppo nazionale multidisciplinare di assistenza al puerperio